SGARBI AL CORONAVIRUS

Le attività dell’Associazione Hortus Artieri sono momentaneamente sospese ma come membri di questa associazione riteniamo doveroso associarci alle critiche rivolte a Vittorio Sgarbi da interi settori del mondo artistico -culturale e politico trentino, in merito alle sue recenti e deliranti dichiarazioni sull’epidemia di Corona virus e sul ruolo che governanti, medici e virologi stanno, a suo dire, assumendo in questo momento che per tutti noi, ma non per lui, è di drammatica emergenza.

 

Non entriamo nel merito delle parole volgari pronunciate, non contro-argomentiamo discorsi in cui spicca l’assenza totale di argomentazioni. Sono dichiarazioni che denunciano da sole il carattere del personaggio, facile all’esternazione spettacolare e provocatoria, che non è semplice cittadino ma personaggio pubblico che in Trentino è ai vertici di una prestigiosa istituzione come il Mart.

 

Vittorio Sgarbi risulta, ora più che mai, non solo inadatto ma indegno ad occupare il ruolo di cui la politica trentina lo ha investito con un’indubbia operazione di marketing culturale.

 

Anche noi ci uniamo a quanti chiedono le sue dimissioni e un intervento tempestivo e sanzionatorio della giunta provinciale trentina a suo carico.

 

A tale proposito vogliamo ricordare le parole che Alda Failoni nel febbraio del 2019 consegnava alla stampa ,invitando la giunta a riconsiderare la decisione di nominare Vittorio Sgarbi alla presidenza del Mart.

 

Tali parole hanno trovato scarso ascolto e seguito ma rilette a distanza di un anno risultano profetiche.

 

Egregio Presidente Maurizio Fugatti,

come semplice cittadina, vorrei esternare la mia perplessità in merito alla possibile nomina del critico d’arte Vittorio Sgarbi alla Presidenza del CdA del MART.

 

Vittorio Sgarbi, critico d’arte di rilievo, attuale parlamentare dello Stato italiano, ex sindaco di Salemi e ora della cittadina di Sutri, è personaggio pubblico discusso, più volte al centro di polemiche, provocazioni e contenziosi. Ritengo che nella sua posizione, per quanto di forte richiamo mediatico, non sia la persona più adatta e disponibile in termini di tempo, visti i numerosi incarichi da lui ricoperti, per occupare un ruolo di grande rilievo istituzionale quale quello richiesto dalla presidenza del Mart.

 

Il fatto che Sgarbi dichiari inoltre la sua disponibilità a fare questo lavoro a titolo gratuito, svilisce l’importanza della carica, rendendola rappresentativa in virtù del suo effetto “scenico” e nello stesso tempo potenzialmente svincolata da obblighi e impegni.

 

Ci ripensi Presidente! Alda Failoni

 

A presto

Alda Failoni e Giovanna Nicolini